Cosa è il Flebolinfedema

Il flebolinfedema è un gonfiore dovuto all’accumulo e al ristagno di acqua e soluti nei tessuti sottocutanei (edema). L’edema degli arti inferiori può essere causato da problemi di circolazione (insufficienza venosa), oppure da un difetto di drenaggio linfatico (alterazioni del sistema linfatico o dei linfonodi, alterata funzione della pompa muscolo-vascolare plantare e del polpaccio).

Il flebolinfedema è infatti caratterizzata da uno squilibrio tra la quantità di liquidi che fuoriescono dalla circolazione per raggiungere i tessuti e quelli riassobiti nella stessa sede. Ogni trauma distorsivo o contusivo, peraltro, comportando una lesione venolinfatica di varia entità, può indurre la formazione di edema, così come l’alterato equilibrio del microcircolo-tissutale conseguente a flogosi, farmaci, ormoni, sovrappeso ecc.

Si manifesta con gonfiori agli arti inferiori, sensazione di gambe pesanti, limitazioni funzionali e, nei casi più avanzati, con discromie, alterazioni cutanee e ulcerazioni.

Una volta identificate le cause e corretti eventuali fattori di rischio, oltre ai camminamenti vascolari, l’approccio terapeutico al flebolinfedema prevede il linfodrenaggio manuale, la pressoterapia e, talvolta, il bendaggio elastocompressivo. Utile inoltre l’Hydroelettroforesi per la veicolazione trans-dermica di sostanze stimolanti la circolazione venosa e linfatica.

Cause

Il flebolinfedema può essere causato principalmente da:

  • alterazioni locali del microcircolo che aumentano la fuoriuscita di acqua dai capillari

  • riduzione del riassorbimento dei liquidi per alterazioni venose e/o linfatiche

  • patologie del sangue, quali l’anemia e la riduzione delle proteine del sangue

  • patologie degli organi, in particolare modo di cuore, fegato e reni

  • alcuni farmaci

Sintomi

Il flebolinfedema è provocato da un blocco nel sistema linfatico, una parte del sistema immunitario e circolatorio. Tale blocco impedisce al fluido linfatico di scaricarsi provocando gonfiore.

Tra i principali sintomi possiamo citare:

  • gonfiore
  • sensazione di pesantezza o tensione
  • limitazione dei movimento degli arti
  • dolori o fastidio
  • infezioni ricorrenti nell’arto interessato
  • indurimento e ispessimento della pelle

Cura

Per il linfedema non esiste una cura definitiva, ma i pazienti devono seguire un programma terapico per ridurre l’edema e migliorare i disturbi.