Torna all'elenco delle terapie

Bagni e Idromassaggi

Chi di noi non si è mai concesso un piacevole idromassaggio? Durante una vacanza o per ragioni puramente curative, questa terapia è molto comune nella nostra quotidianità e forse anche una delle più conosciute. Ma ne conosciamo davvero tutti i benefici e le caratteristiche?

Il bagno termale e l’idromassaggio fanno parte della balneoterapia, una terapia che si serve di acqua termale con funzione curativa, disintossicante e riabilitativa a seconda delle sostanze in essa contenute.

Perchè scegliere la balneoterapia?

 

Alle Terme di Trescore il bagno termale è un trattamento caratterizzato dall’immersione del paziente in una vasca contenente, acqua sulfurea calda (di norma a circa 38°C).

Tra i principali effetti del bagno termale possiamo sottolineare:

  • sollievo al dolore
  • miglioramento della capacità di movimento
  • favorente la circolazione sanguigna
  • riduzione dei sintomi delle malattie della pelle
  • migliore benessere psicologico

L’idromassaggio terapeutico è una variante del bagno termale ed è caratterizzato, oltre che dalla presenza di particelle ozonizzate (contenenti ozono), che esercitano un’azione di massaggio su specifiche parti del corpo tramite appositi getti d’acqua subacquei ed emessi a determinate pressioni attraverso delle bocchette presenti nella vasca.

La temperatura sia del bagno sia dell’idromassaggio può variare dai 36°C ai 38°C a seconda delle singole esigenze. La durata di queste terapie è di circa 15 minuti, al termine dei quali si viene lasciati riposare per ulteriori 15 minuti (reazione). Durante questa fase si portano a compimento tutti gli “adattamenti” (soprattutto vascolari) ed un’intensa sudorazione permette l’eliminazione di molte delle sostanze tossiche presenti nell’organismo.

Bagno termale e idromassaggio sono terapie indicate nella cura di:

  • poliartrosi
  • alcune patologie di tipo dermatologico (eczema costituzionale, psoriasi)
  • vasculopatie periferiche dell’arto inferiore

Gli idromassaggi, quando utilizzati per il trattamento di problemi flebologici, possono essere utilmente abbinati ad altre metodiche terapeutiche (pressoterapia, linfodrenaggio, scleroterapia, laserterapia, ecc.) che ne completano gli effetti.