La Bioimpedenziometria (Bioelectrical Impedance Analysis) è infatti un’indagine per l’analisi quantitativa e qualitativa della composizione corporea al fine di poter elaborare un allenamento e una dieta adeguata alle esigenze dell’individuo. Risulta essere dunque ottimale per gli sportivi e per coloro che vogliono perdere peso. La misurazione della resistenza e della reattanza che incontra una debole corrente che attraversa il corpo umano consente di stimare la quota di massa magra, massa grassa e acqua totale e quindi di valutare lo stato nutrizionale e di idratazione del corpo.

Strumentazione e durata

L’apparecchiatura è composta da 4 elettrodi, che devono essere applicati sul dorso delle mani e su quello dei piedi. Ad essi verranno collegati dei fili conduttori che permettono il trasporto di corrente, la quale subisce un cambiamento d’intensità durante il passaggio nel corpo. Il segnale in risposta viene inviato ad un apparecchio trasduttore, che raccoglie i dati sotto forma di misure corporee.

Questi ultimi sono:

  • massa cellulare
  • componente metabolica attiva che indica il livello di nutrizione
  • percentuale di acqua presente nell’organismo
  • indice di massa cellulare corporea
  • angolo di fase: relazione tra resistenza e rettanza
  • scambio sodio potassio

La bioimpedenziometria ha una durata di pochi minuti e non è un esame invasivo. E’ importante tenere presente che il risultato della bioimpedenziometria può essere modificato se prima dell’esame il paziente risulta disidratato, se ha svolto attività fisica o mangiato determinati alimenti.