Torna all'elenco delle terapie

Test per le intolleranze alimentari

Grazie al F.I.T. (Food Intolerance Test) infatti, è possibile individuare gli alimenti a cui si è intolleranti, consentendo al Medico di rimuoverli o di ridurne il consumo nella dieta quotidiana. Spesso, infatti, molti fastidiosi disturbi sono semplicemente legati all’ingestione di cibi che, a nostra insaputa, sono mal tollerati dall’organismo. L’intolleranza alimentare infatti è una reazione dose dipendenti (proporzionali alla quantità di alimento ingerito), i cui sintomi manifestati sono connessi all’accumulo di sostanze non tollerate dal nostro corpo e che possono comparire anche con ritardo rispetto all’assunzione del cibo. Questa manifestazione ritardataria trae in inganno e non permette di collegare in modo automatico il sintomo all’alimento.

Il Cliente, dopo essersi sottoposto al prelievo, entro 10/15 giorni verrà invitato a presentarsi alle Terme per ritirare, ed eventualmente valutare con il Medico, il risultato: una serie dettagliata di documenti che non solo indica il grado percentuale di intolleranza verso ciascuno degli alimenti valutati, ma fornisce anche i primi consigli per un regime alimentare personalizzato e volto ad una dieta appropriata.

Il test per le intolleranze alimentari si basa sulla metodica computerizzata ELISA ed offre un grado di ripetibilità superiore al 90%.

Principali disturbi da intolleranza alimentare:

  • mal di testa
  • difficoltà digestive
  • gastrite
  • colite
  • stitichezza
  • gonfiore addominale
  • ritenzione idrica
  • cellulite
  • dolori articolari
  • acne
  • psoriasi
  • dermatite

Non ci sono fasce d’età più indicate per sottoporsi al test di intolleranze alimentari.