Test per le intolleranze alimentari

Il F.I.T. è l’unico test per le intolleranze alimentari riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale*

 

 

Intolleranza alimentare: cos’è

L’intolleranza alimentare infatti è una reazione dose dipendente (proporzionale alla quantità di alimento ingerito), i cui sintomi manifestati sono connessi all’accumulo di sostanze non tollerate dal nostro corpo e che possono comparire anche con ritardo rispetto all’assunzione del cibo. Questa manifestazione ritardataria trae in inganno e non permette di collegare in modo automatico il sintomo all’alimento.

dove fare test per le intolleranze alimentari

I sintomi delle intolleranze alimentari

I principali disturbi da intolleranza alimentare sono:

  • mal di testa
  • difficoltà digestive
  • gastrite
  • colite
  • stitichezza
  • gonfiore addominale
  • ritenzione idrica
  • cellulite
  • dolori articolari
  • acne
  • psoriasi
  • dermatite

Perchè un test per le intolleranze alimentari alle Terme di Trescore?

Da sempre la prevenzione rappresenta uno dei  principali obiettivi del nostro Centro Termale e, oggi, questo approccio è stato esteso anche all’ambito alimentare. Spesso molti fastidiosi disturbi sono semplicemente legati all’ingestione di cibi che, pur senza che noi lo sappiamo, vengono mal tollerati dal nostro organismo. Quando se ne avverte la necessità, è opportuno effettuare i debiti approfondimenti affidandosi a servizi qualificati come quello che le Terme di Trescore sono oggi in grado di offrire.

Come funziona il test per intolleranze alimentari

F.I.T.: il test per le intolleranze alimentari attendibile e affidabile

Grazie al F.I.T. (Food Intolerance Test) è possibile individuare gli alimenti a cui si è intolleranti, consentendo al Medico di rimuoverli o di ridurne il consumo nella dieta quotidiana. Spesso, infatti, molti fastidiosi disturbi sono semplicemente legati all’ingestione di cibi che, a nostra insaputa, sono mal tollerati dall’organismo. Il test valuta la reazione delle IgG (immunoglobuline di tipo B) a contatto con gli allergeni alimentari e indica la reazione in grado percentuale verificata su un campione di 184 alimenti.

Il Cliente, dopo essersi sottoposto al prelievo, entro 10/15 giorni verrà invitato a presentarsi alle Terme per ritirare, ed eventualmente valutare con il Medico, il risultato: una serie dettagliata di documenti che non solo indica il grado percentuale di intolleranza verso ciascuno degli alimenti valutati, ma fornisce anche i primi consigli per un regime alimentare personalizzato e volto ad una dieta appropriata.

Come si svolge il test per le intolleranze alimentari?

Basta un semplice prelievo di sangue.

Come ci si prepara al test per le intolleranze alimentari F.I.T.?

Per effettuare il test per le intolleranze alimentari non è necessario essere a digiuno; in qualsiasi momento della giornata è possibile effettuare il prelievo.

test intolleranze alimentari funziona

Test per le intolleranze alimentari e dieta

Il risultato del F.I.T. rappresenta uno strumento prezioso per modificare – sotto controllo medico – il proprio regime alimentare in funzione delle eventuali intolleranze evidenziate. Nel caso in cui si stia effettuando un percorso dietologico, il Dietologo potrà elaborare le combinazioni di alimenti non solo in ottica di riduzione del sovrappeso ma anche tenendo conto delle informazioni emerse dal test per le intolleranze alimentari.

Il F.I.T., test per le intolleranze alimentari, è attendibile?

Assolutamente sì. Il test per le intolleranze alimentari proposto dalle Terme di Trescore (Bergamo) è efficace, attendibile e affidabile. Si basa sulla metodica computerizzata ELISA ed offre un grado di ripetibilità superiore al 90%.

A quale età si può effettuare il test per le intolleranze alimentari?

Non ci sono fasce d’età più indicate per sottoporsi al test di intolleranze alimentari.

Il test per le intolleranze alimentari è ripetibile?

Si consiglia di ripetere il F.I.T. non prima di 6-8 mesi. Il nuovo test permetterà di verificare se il regime alimentare impostato a seguito dei risultati iniziali ha permesso il recupero della tolleranza, risolvendo le problematiche in esso evidenziate.

E’ prevista la detrazione fiscale per il test delle intolleranze alimentari?

Il test per le intolleranze alimentari (F.I.T.), come tutte le prestazioni sanitarie – peraltro fatturate in esenzione di iva- è fiscalmente detraibile.

Come prenotare il test per le intolleranze alimentari

Per effettuare il Food Intolerance Test, prenotare telefonando alle Terme di Trescore al numero verde 800.801.191

Bibliografia

  • Atkinson W, Sheldon TA, Shaart N, Whorwell PJ. Food elimination based on IgG antibodies in irritable bowel syndrome: a randomised controlled trial, Gut. 2004; 53(10): 1459-1464.
  • Ou-Yang WX, you JY, Duan BP, Chen CB. Application of food allergens specific IgG antibody detection in chronic diarrhea in children. Zhongguo Dang Dai Er Ke za Zhi. 2008; 10(1): 21-24.
  • Vance GH, Thornton CA, Bryant TN, Warner JA, Worner JO. Ovalbumin-specific IgG and subclass response through the first 5 years in relation to duration of egg sensitization and the development of asthma. Clinical experimental Allergy. 2004; 34: 1542-1549.
  • Zuo XL, Li YQ, LiWJ, Guo YT, Lu XF, Li JM, Desmond PV. Alteration of food allergen-spegific serum immunoglobulins G and E antibodies in patients with irritable bowel syndrome and functional dyspepsia. Clin. Exp. Allergy. 2007; 37(6): 823-830.
  • Wilders-Truschnig M, Mangge H, Lieners C, Gruber H, Mayer C, März W. IgG antibodies against food antigens are correlated with inflammation and intima media thickness in obese juveniles. Exp. Clin. Endocrinol. Diabetes. 2008; 116(4): 241-245.
  • (*)The Journal of Immunoessay and Immunochemistry (Genn. 2009)